martedì 26 febbraio 2013

I have a DREAM...

Ciao a tutti!!!

Visto che la community WithAndWithin mi permette di dare libero sfogo ai miei desideri... vi renderò partecipi di un SOGNO, un GRANDE sogno che inseguo già da tanti anni...

Piccolo post scriptum: io rispetto le opinioni altrui e spero venga fatto altrettanto con le mie, questi sono pensieri e considerazioni personali, a voi la scelta di condividerli o meno!

Il mio sogno sarebbe quello di diventare protagonista di un cambiamento concreto che riguardi la mia Italia.
Vorrei che anche attraverso la mia azione si operasse una rivoluzione laica nel nostro paese, in cui finalmente i diritti del singolo non fossero più 'schiacciati' dalla morale dei più'.
Vorrei vivere in un paese in cui poter fare la diagnosi pre-impianto anche se non ho malattie generiche e scegliere quanti embrioni trasferire nel mio grembo.
Vorrei vivere in un paese in cui si possa redigere un testamento biologico e scegliere di morire invece che
'sopravvivere' attaccata ad una macchina. 
Vorrei che nel mio paese ogni religione e credo avesse il suo spazio nella scuola. 
Vorrei vivere in un paese in cui fosse possibile sposare la persona che amo anche se del mio stesso sesso, perché poter dichiarare ufficialmente tale legame dev'essere permesso a tutti. 
Vorrei poter adottare i miei figli senza dover sottostare alla mafia degli altri paesi e se sono un'omosessuale poterci provare senza vergogna, perché desiderare un figlio con tutte le forze e' già la prova che lo amerò come nessun altro.
Vorrei che nel mio paese la ricerca scientifica non fosse frenata da fondamentalismi religiosi.
Vorrei attuare una rivoluzione sociale per fare in modo che la mia classe politica non sia una "casta" ma mi rappresenti davvero vivendo nelle stesse condizioni della gente comune.
Vorrei poter cambiare tutto ciò perché solo a partire da uno stato sociale libero potrò realizzare anche tutti gli altri desideri che ho.
Soprattutto lotterei per un cambiamento affinché i miei figli crescano in una Italia senza ipocrisie in cui la loro UNICITÀ venga esaltata e non soffocata, perché così potrebbero essere felici, sicuramente più di quanto lo sono io.

Silvia